Tag: tutti i partner finanziari

Previsioni sui tassi – le ipoteche nel contesto attuale

In prospettiva di lungo termine, l’attuale livello dei tassi d’interesse può essere definito basso. Negli ultimi mesi, il dibattito sul tema focale intorno all’inflazione si è attenuato. Tuttavia, in tutti i Paesi, l’inflazione continua a crescere, trainata dai prezzi del greggio e delle materie prime come pure da strozzature nell’ambito della produzione. Quindi, qualora tale tendenza dovesse permanere, le banche centrali sarebbero costrette a rivedere la loro politica espansiva dei tassi.

L’aumento dell’inflazione potrebbe essere solo transitorio. Infatti, dopo il lockdown, nel corso dell’ultimo anno, il motore globale dell’economia ha faticato a riprendere slancio. Presto però, tale situazione dovrebbe essere superata e le attuali difficoltà in ambito produttivo dovrebbero dissolversi. D’altro canto, potrebbero persistere difficoltà di fornitura, ad esempio di microchip; la catena delle forniture viene semplificata e la produzione dei singoli Paesi soglia tende a diminuire. Le banche centrali considerano l’attuale trend inflazionistico come transitorio e, pertanto, lasciano invariato l’espansivo livello dei tassi. In un simile contesto, anche da noi i tassi ipotecari dovrebbero restare bassi. 

Previsioni a lungo termine

Cresce il numero dei baby-boomer che vanno in pensione: in Svizzera, rientrano in tale categoria gli anni 1946 – 1964, anni in cui sono nati molti baby. Nel contempo, ritenuto che sempre meno giovani leve si affacciano sul mondo del lavoro, in Svizzera la carenza di forza lavoro è destinata ad acuirsi. Nei prossimi anni (in Svizzera) il numero dei pensionamenti aumenterà considerevolmente. Annualmente, il numero dei nuovi pensionati passerà infatti dagli attuali 70’000 e 90’000 a oltre 100’000. Tale andamento potrebbe comportare un aumento delle retribuzioni, quindi più inflazione e – conseguentemente – tassi più elevati.

Chi si occupa di previsioni a lungo termine dovrebbe seguire con attenzione la crescente inflazione: noi siamo dell’avviso che nel contesto attuale i tassi restino bassi, ma che a lungo termine la situazione è destinata a normalizzarsi. Tuttavia, tassi analoghi a quelli degli anni ’80 tra il 6 e l’8% certamente sono da escludere, ma l’attuale contesto di tassi negativi non potrà perdurare a lungo, anche in considerazione del crescente numero dei nuovi pensionati. 

Evoluzione dei tassi ipotecari

In febbraio i tassi delle ipoteche a tasso fisso sono aumentati sensibilmente, in conseguenza delle maggiori attese inflazionistiche. Da allora, tuttavia – in base alla durata delle singole tipologie di ipoteche –, i tassi sono lievemente diminuiti ovvero hanno avuto un andamento laterale. D’altra parte, grazie all’alta percentuale dei vaccinati, in Svizzera la variante Delta non dovrebbe portare a nuovi lockdown e il relativo calo dei tassi dovrebbe essere stato solo di natura transitoria.  Siamo dell’avviso che i tassi ipotecari resteranno bassi, ma che – in virtù della ripresa economica – riprenderanno lentamente a crescere. Certamente, la Banca nazionale svizzera (BNS) contrasterà l’apprezzamento del franco e fino a quando il tasso d’inflazione resterà sotto la soglia dell’1%, prevediamo un prolungamento del contesto di tassi negativi. Pertanto, fino a metà  2022 riteniamo si possa escludere anche un aumento del tasso di riferimento. Tuttavia, siamo dell’avviso che nei prossimi 12 -18 mesi, le ipoteche a tasso fisso possano aumentare dello 0,10 fino allo 0,30.  Fino a quando i tassi d’interesse resteranno storicamente bassi e la differenza tra SARON e le ipoteche a tasso fisso contenuta, a lungo termine conviene coprirsi, ossia optare per i tassi a lungo termine, nella misura in cui tale copertura rifletta la situazione personale.

I consulenti di ipoteca.ch vi illustrano le proposte di oltre 100 partner, offerenti ipoteche, e, insieme a voi, predispongono piani finanziari personalizzati. Le loro raccomandazioni e suggerimenti sono del tutto indipendenti e orientati alle specifiche esigenze di ciascun richiedente. Consultateci e non esitate a fissare un appuntamento, senza impegni e del tutto gratuito.

Attuali tassi d’interesse >

Calcolatore d’ipoteca >


Avete domande?
Contattaci

Lu-Ve: 08:30 – 18:00
091 922 00 49

  • IMG_2786

  • Chiara Albertini

  • Foto Francesco Chindamo

Richiesta Consulenza

 

Siamo accreditati alla FINMA e siamo soggetti al segreto bancario.

 

Non importa che tipo di proprietà sia, saremo felici di aiutarvi con il finanziamento.

Lavoriamo insieme per trovare il miglior affare per la sua casa, appartamento o l’oggetto a reddito.

 

Continua a leggere

Cambio d’ipoteca – 10 consigli –

Il passaggio a un nuovo offerente ipotecario è più semplice di quanto immaginate e può fruttarve il risparmio di migliaia di franchi. Allo stesso tempo, una consulenza personalizzata e affidabile è decisiva: per questo siamo al vostro fianco, dalla consulenza alla prima offerta, dal pagamento dell‘ipoteca – e anche dopo. 10 consigli per trovare il giusto rifinanziamento.

Consiglio N. 1 – Agite nel momento giusto

Ha senso cambiare le ipoteche fisse e Libor soltanto alla scadenza; altrimenti, a seconda della situazione di mercato, potrebbero essere applicate esose penalità. Invece, è più facile effettuare il cambio delle ipoteche variabili; queste sono soggette a termini di disdetta da 3 a 6 mesi. Tuttavia, il titolare del credito questa maggiore flessibilità la sconta pagando tassi più alti. Cominciate quindi a pensare almeno sei mesi prima della scadenza del credito se e come sostituire
o eventualmente prolungare l‘ipoteca. Parlatene con il consulente ipoteca.ch.

Consiglio N. 2 – Osservate il termine di scadenza

Al più tardi sei mesi prima della scadenza dell’ipoteca dovreste cominciare a pensare se e come prolungarla o cambiarla. Esclusa la disdetta, l’offerente solitamente la trasforma automaticamente in un’ipoteca più cara. Allora, non aspettate a essere chiamati dal vostro consulente d’ipoteca; infatti, le banche di solito aspettano fino all’ultimo momento per affrontare la questione.

Consiglio N. 3 – Affidate il disbrigo delle formalità al nuovo offerente

Il passaggio a un nuovo offerente d’ipoteca in genere è molto più agevole di quel che si pensa. Una volta individuato il nuovo partner finanziario, gran parte del lavoro è già risolto: egli infatti si occuperà delle necessarie formalità di trasferimento.

Consiglio N. 4 – Fate confronti mirati

L’ideale sarebbe conoscere il nuovo tipo di ipoteca che si desidera attivare già prima di richiedere le offerte. Il vostro consulente ipoteca.ch sviluppa per voi un’adeguata strategia finanziaria. Senza una simile base, avrete sì tante offerte, ma non sarete in grado di confrontarle in modo adeguato. Inoltre, è importante richiedere le varie offerte tutte lo stesso giorno o almeno le rispettive condizioni per il medesimo giorno di riferimento.

Consiglio N. 5 – Ipoteca forward

Molte banche e assicurazioni offrono l’opzione della cosiddetta ipoteca a termine o forward. Con questa opzione il cliente può garantirsi i tassi attuali per il futuro, fino a due anni. Anche qui però la giusta offerta la si può trovare soltanto attraverso una comparazione ponderata.

Consiglio N. 6 – Ammortamento dell‘ipoteca

Se cambiate l’ipoteca dovreste pensare all’ammontare del nuovo credito. Eventualmente potreste sfruttare l’occasione per ripagare una parte del credito (nel gergo tecnico si parla di “ammortamento“). A meno che non preferite investire nella previdenza oppure mirate a ottenere migliori rendimenti finanziari.

Consiglio N. 7 – Commissioni

Informatevi se in caso di disdetta o di cambio di offerente ci sono commissioni da pagare. Alcuni offerenti chiedono un forfait di alcune centinaia di franchi (quasi sempre tra 100 e 500 franchi) – anche quando il cliente prolunga l’ipoteca presso la stessa banca / assicurazione. Confrontando le offerte d’ipoteca dovreste tenere conto anche di questi maggiori costi futuri.

Consiglio N. 8 – Il confronto é d‘obbligo

Grazie al cambio d’ipoteca è facile risparmiare qualche migliaia di franchi all’anno. Vi suggeriamo di confrontare i tassi con l’ausilio del vostro consulente ipoteca.ch, acquisire almeno tre differenti offerte e, oltre alle banche, chiedere anche ad assicurazioni e casse pensioni.

Consiglio N. 9 – Occhio alle tranche

Se la scadenza delle tranche si differenzia di oltre due anni, praticamente non esiste possibilità di passare ad altro offerente. Infatti, la banca di fiducia potrà dettare le condizioni per le tranche del periodo rimanente. Purtroppo, strategie del genere non sono casuali e certamente non corrispondono agli interessi del cliente; piuttosto si tratta di scelte dalla banca per legare il cliente in maniera durevole. L’esperto ipoteca.ch sarà lieto di illustrarvi le varie opzioni.

Consiglio N. 10 – Sicurezza grazie alla giusta previdenza

Se non ve ne siete già occupati in precedenza, dovreste approfittare del rifinanziamento per verificare la vostra situazione previdenziale. Soprattutto dovreste chiedervi cosa succede con la casa – o con l’appartamento – nel caso in cui per malattia o in caso di decesso venisse a mancare una parte o tutto il reddito familiare. L’esperto ipoteca.ch per la previdenza potrà mostrarvi le conseguenze e le soluzioni possibili mediante dettagliata analisi.

Avete domande?

I consulenti di ipoteca.ch vi illustrano le proposte di oltre 100 partner, offerenti ipoteche, e, insieme a voi, predispongono piani finanziari personalizzati. Le loro raccomandazioni e suggerimenti sono del tutto indipendenti e orientati alle specifiche esigenze di ciascun richiedente. Consultateci e non esitate a fissare un appuntamento, senza impegni e del tutto gratuito.

Download Fleyer: Cambio d’ipoteca >

Guida ipoteche >


Avete domande?
Contattaci

Lu-Ve: 08:30 – 18:00
091 922 00 49

  • IMG_2786

  • Chiara Albertini

  • Foto Francesco Chindamo

Richiesta di consulenza

 

Siamo accreditati alla FINMA e siamo soggetti al segreto bancario.

 

Non importa che tipo di proprietà sia, saremo felici di aiutarvi con il finanziamento.

Lavoriamo insieme per trovare il miglior affare per la sua casa, appartamento o l’oggetto a reddito.

 

Continua a leggere

Guida ipoteche

L’ipoteca all’età della pensione: suggerimenti utili

Articoli di giornale

Ticino Business – Ogni imprenditore dovrebbe porsi la domanda sul «perché» delle proprie scelte?

Articoli di giornale

LaDomenica – Quando un tetto non è per tutti

Guida ipoteche

Previsioni sui tassi – le ipoteche nel contesto attuale

Guida ipoteche

Ipoteche: informazioni essenziali

Articoli di giornale

Il Caffè – La formula “rent to buy” e il suo esordio sul mercato

Guida ipoteche

Ammortamento diretto e ammortamento indiretto

Articoli di giornale

Ticino Business – Ipoteca: interloquire con più istituti finanziari

Guida ipoteche

Un credito di costruzione per realizzare la casa dei tuoi sogni

Guida ipoteche

Cambio d’ipoteca – 10 consigli –

Guida ipoteche

Il pilastro 3a in breve

Guida ipoteche

Swiss Wealth View – Prospettive 2020 – Is the sky the limit?

Articoli di giornale

il Caffè – Focus l’immobiliare

Articoli di giornale

Ticino Business – Ipoteca: la proroga ottimale

Articoli di giornale

laRegione – Finanziamento di oggetti di rendita

Articoli di giornale

laRegione – Seggerimenti per il rinnovo dell’ipoteca

Articoli di giornale

il Caffè – Meglio comprasi la casa che prenderla in affitto

Guida ipoteche

Come si stima un immobile

Articoli di giornale

laRegione – Senza valore locativo, moderato aumento dei Prezzi

Articoli di giornale

il Caffè – Vantaggi fiscali,risparmi e rincari senza l’imposta sulla prima casa

ipoteca.ch
Strada dra Vall 17
6968 Sonvico-Lugano
+41 91 922 00 49

Visualizza mappa

info@ipoteca.ch


Guida ipoteche

Articoli di giornale

ipoteca.ch
via Pasquale Lucchini 5
6900 Lugano
+41 91 922 00 49

Visualizza mappa 

info@ipoteca.ch


Protezione dati

Copyright 2021